Esperimento: la mia vita in mano agli amici II

Continua il racconto del mio “weekend-esperimento”.

All’inizio i miei amici mi propongono solo cose senza senso come aiutare una signora anziana a dare da mangiare ai cigni.
Alla sera invece andiamo in un locale
Amico1: “Giò, la vedi quella ragazza là… con gli occhiali… che sembra un po’ Platinette? Devi andare da lei e chiederle il numero di telefono.”
Amico2: “Ma no, devi andare là e palparle il culo!”
L’esperimento deve continuare, così mi avvicino a Platinette e le passo una mano sul culo. Questa si gira, sembra abbastanza brilla, con entrambe le mani mi afferra la testa e mi stampa un mega bacio sulla guancia. Alcuni attorno ci guardano storto, altri sorridono, ma le risate più forti arrivano dai miei amici, quegli stronzi!

Più tardi mi fanno cantare al karaoke.
Amico3: “Ma devi cantare avvicinandoti alle persone e cantare urlando, gli devi trapanare le orecchie!”
Scelgono loro la canzone: “’O sole mio”, non dico altro…
Le ragazze a cui mi avvicino per romperle i timpani scappano, i ragazzi gridano di andarmene mi danno degli  spintoni per allontanarmi. Nel locale cominciano a partire fischi e applausi ironici.
Dopo questa figura di merda ce ne andiamo a casa dove i miei cari amici mi fanno dormire sul divano… mi sa che ci hanno preso un po’ troppo gusto!

Ricapitolando si può dire che i miei amici non mi hanno risparmiato di scelte un pò bastarde come quella del karaoke, ma altre sono state veramente divertenti e simpatiche, come la palpata a Platinette. 😀
A parte il mal di schiena per aver dormito sul divano, è stato un esperimento molto figo: è interessante vedere il gruppo pensare e discutere insieme per decidere le mie azioni!

Esperimento: la mia vita in mano agli amici IIultima modifica: 2008-03-24T21:55:00+00:00da giovanni.pgr
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Esperimento: la mia vita in mano agli amici II

Lascia un commento